TIA: “NO ALLE LIMITAZIONI DELLE IMPORTAZIONI DA CINA A USA”.

30 Giugno 2014

La TIA (Tire Industry Association) dice no alla limitazione di importazione di pneumatici (per vettura e TL) dalla Cina. L’associazione americana (che rappresenta l’intera filiera dei pneumatici) ha quindi espresso il proprio dissenso (come già fatto nel 2009) alla proposta depositata presso l‘International Trade Commission (ITC) degli Stati Uniti che, nei progetti, vorrebbe limitare l’importazione alla Cina di pneumatici vettura e TL. La TIA ha motivato questo “no” in quanto ritiene che la proposta non aiuterebbe in fatto di posti di lavoro e risulterebbe addirittura negativa dal punto di vista dei clienti, dato che i pneumatici di produzione cinese vanno incontro, con il loro basso prezzo, a chi non dispone di grandi quantità di denaro. In poche parole l’Associazione sottolinea che i pneumatici devono sottostare agli standard della Federal Motor Vehicle Safery e che questo aspetto per i produttori cinesi è divenuto una vera e propria priorità. Il 3 giugno diverse Associazioni hanno avanzato davanti allo United States International Trade Commission (USITC) questa proposta per capire se i pneumatici vettura e LT siano importati dalla Cina in ampi quantitativi o in condizioni tali da provocare distorsioni del mercato nei confronti dei produttori concorrenti o dello stesso settore. Se da un lato la TIA è vicina a coloro i quali hanno perso posti di lavoro nell’industria americana, dall’altra valuta che la riduzione delle importazioni di pneumatici dalla Cina non migliorerebbe le cose e che, anzi, risulterebbe una distorsione del mercato che porterebbe ad un pregiudizio sia per le aziende che per i consumatori. Molti dei membri della TIA, infatti, importando direttamente o tramite fornitori, rispondono alla domanda di pneumatici a basso costo di un segmento del mercato. La limitazione nel quantitativo di merce importabile potrebbe creare problemi per quanto riguarda le forniture che, in una situazione come quella attuale, potrebbe portare a seri danni finanziari a rivenditori ed utenti finali.

 

Mada-Smart-Mpu

Iscriviti alla Newsletter

Se desideri restare sempre aggiornato su tutte le news, iscriviti alla nostra newsletter.