PROGETTI DI R&S NEGLI AMBITI TECNOLOGICI DI HORIZON 2020

28 Agosto 2014

In data 25 luglio 2014 è stato firmato il decreto del Direttore generale per gli incentivi alle imprese con il quale vengono individuati i termini e le modalità di presentazione delle domande per l’accesso alle agevolazioni del Fondo per la crescita sostenibile. Tali agevolazioni sono dirette a sostenere la realizzazione di progetti di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale negli ambiti tecnologici individuati dal programma “Horizon 2020” dell’Unione Europea.BENEFICIARI

Possono beneficiare delle agevolazioni:

a)       le imprese che esercitano le attività di cui all’art. 2195 del codice civile, numeri 1) e 3);

b)       le imprese agro-industriali che svolgono prevalentemente attività industriale;

c)        le imprese artigiane di produzione di beni di cui alla legge 8 agosto 1985, n. 443;

d)       centri di ricerca con personalità giuridica;

e)       organismi di ricerca.

I soggetti di cui sopra, fino ad un massimo di tre, possono presentare progetti  anche congiuntamente tra loro. In tali casi, i progetti devono essere realizzati mediante il ricorso  allo strumento del contratto di rete o ad altre forme contrattuali di collaborazione, quali, a titolo esemplificativo, il consorzio e l’accordo di partenariato. Il contratto di rete o le altre forme contrattuali di collaborazione devono configurare una collaborazione effettiva, stabile e coerente rispetto all’articolazione delle attività, espressamente finalizzata alla realizzazione del progetto proposto.

 

PROGETTI AMMISSIBILI

I progetti ammissibili alle agevolazioni devono prevedere la realizzazione di attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale, finalizzate alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo delle tecnologie previste dal decreto.

Ai fini dell’ammissibilità alle agevolazioni i progetti di ricerca e sviluppo devono:

  • prevedere spese ammissibili non inferiori ad € 800.000,00 e non superiori ad € 3.000.000,00;
  •  essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di agevolazioni e, comunque, pena la revoca, non oltre 3 mesi dalla data del decreto di concessione;
  • avere una durata non inferiore a 18 mesi e non superiore a 36 mesi;
  • qualora presentati congiuntamente da più soggetti, prevedere che ciascun proponente sostenga almeno il 10 % dei costi complessivi ammissibili.

 

TECNOLOGIE AMMISSIBILI

1)       Tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC);

2)       Nanotecnologie;

3)       Materiali avanzati;

4)       Biotecnologie;

5)       Fabbricazioni e trasformazioni avanzate;

6)       Spazio;

7)       Tecnologie volte a realizzare gli obiettivi della priorità “Sfide per la società” prevista dal Programma Horizon 2020.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammessi a contributo i costi relativi a:

a)       personale dipendente del soggetto proponente, o in rapporto di collaborazione con contratto a progetto, con contratto di somministrazione di lavoro, ovvero titolare di specifico assegno di ricerca, limitatamente a tecnici, ricercatori ed altro personale ausiliario, nella misura in cui sono impiegati nelle attività di ricerca e di sviluppo oggetto del progetto. Sono escluse le spese del personale con mansioni amministrative, contabili e commerciali;

b)       strumenti e attrezzature di nuova fabbricazione, nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto di ricerca e sviluppo. Nel caso in cui il periodo di utilizzo per il progetto degli strumenti e delle attrezzature sia inferiore all’intera vita utile del bene, sono ammissibili solo le quote di ammortamento fiscali ordinarie relative al periodo di svolgimento del progetto di ricerca e sviluppo;

c)         servizi di consulenza e altri servizi utilizzati per l’attività del progetto di ricerca e sviluppo, inclusa l’acquisizione o l’ottenimento in licenza dei risultati di ricerca, dei brevetti e del know-how;

d)       spese generali derivanti direttamente dal progetto di ricerca e sviluppo;

e)       materiali utilizzati per lo svolgimento del progetto.

 

AGEVOLAZIONE

L’agevolazione consiste in un finanziamento agevolato per una percentuale nominale delle spese ammissibili complessive articolata, in relazione alla dimensione di impresa, come segue:

  • 70% per le imprese di piccola dimensione;
  • 60% per le imprese di media dimensione;
  • 50% per le imprese di grande dimensione.

In alternativa, limitatamente agli organismi di ricerca le agevolazioni possono essere concesse, su richiesta del soggetto proponente, nella forma del contributo diretto alla spesa per una percentuale nominale delle spese ammissibili complessive pari al 25%.

Il finanziamento agevolato ha una durata massima di 8 anni, oltre un periodo di preammortamento della durata massima di 3 annie prevede un tasso agevolato pari al 20% del tasso di riferimento stabilito dalla Commissione Europea, comunque non inferiore allo 0,8%.

 

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AGEVOLAZIONE

Le domande di agevolazioni possono essere presentate a partire dalle ore 10.00 del 30 settembre 2014 utilizzando la procedura di compilazione guidata accessibile dalla sezione “Progetti di R&S negli ambiti tecnologici di Horizon 2020”. I soggetti proponenti possono iniziare la fase di compilazione della domanda e dei relativi allegati a partire dal 22 settembre 2014.

Mada-Smart-Mpu

Iscriviti alla Newsletter

Se desideri restare sempre aggiornato su tutte le news, iscriviti alla nostra newsletter.