A Portimão Rea vince Gara 1 del WorldSBK; le soluzioni Pirelli in misura maggiorata restano le più apprezzate dai piloti

17 Settembre 2018

Il nordirlandese precede sul traguardo l’italiano Melandri e l’olandese Van Der Mark. Il pneumatico di sviluppo posteriore X0175 da 200/65 è stato utilizzato da tutti i piloti, nella maggior parte dei casi accoppiato all’anteriore maggiorato X0417 da 125/70

Jonathan Rea, pilota del Kawasaki Racing Team, si è aggiudicato Gara 1 del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike svoltasi oggi presso l’Autódromo Internacional Do Algarve di Portimão, in Portogallo.
Il nordirlandese tre volte Campione del Mondo ha preceduto sul traguardo il ducatista Marco Melandri e l’alfiere della Yamaha Michael Van Der Mark.
Sfortuna per i piloti Aprilia Eugene Laverty e Lorenzo Savadori: il nordirlandese dopo aver conquistato la pole è costretto al ritiro al primo giro per un contatto con Xavi Forés, l’italiano invece scivola al dodicesimo giro quando si trovava in terza posizione.

Con questa vittoria, e considerato il quarto posto in gara del suo diretto inseguitore in classifica generale Chaz Davies infortunato alla clavicola, Jonathan Rea è sempre più vicino a conquistare il suo quarto titolo iridato eguagliando così il record di mondiali vinti da “King” Carl Fogarty.

Lato pneumatici, in questa prima gara del fine settimana in terra portoghese, Pirelli continua a ricevere ottimi feedback da parte dei piloti riguardo i nuovi pneumatici in misura maggiorata. Nello specifico il posteriore da 200/65 è stato utilizzato da tutti i piloti mentre l’anteriore da 125/70 è quello ad aver ottenuto più preferenze.

Gara 1 non ha regalato molti sorpassi ma non sono mancati i colpi di scena fin dal primo giro in cui si è assistito al contatto tra Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia) e Xavi Forés (Barni Racing Team) che ha costretto entrambi i piloti al ritiro.
La testa della corsa passa sùbito nelle mani di Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK), seguito a ruota da Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati) e da Lorenzo Savadori (Milwaukee Aprilia). Nel frattempo Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati), partito dalla quattordicesima posizione in griglia, riesce a risalire la china e nel corso del terzo giro è già in quinta posizione.
Nel corso dell’undicesimo giro Leon Camier (Red Bull Honda World Superbike Team) è costretto al ritiro per un problema di elettronica. Nel giro successivo anche Lorenzo Savadori, virtualmente a podio, si ritira a causa di una scivolata lasciando la terza posizione a Michael Van Der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team).
Le prime posizioni non cambiano fino alla fine della gara e Jonathan Rea taglia il traguardo per primo precedendo il ducatista Marco Melandri e l’olandese della Yamaha Michael Van Der Mark.

Classifica WorldSBK Gara 1:

1) J. Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK)
2) M. Melandri (Aruba.it Racing – Ducati)
3) M. Van Der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team)
4) C. Davies (Aruba.it Racing – Ducati)
5) T. Sykes (Kawasaki Racing Team WorldSBK)
6) L. Baz (GULF ALTHEA BMW Racing Team)
7) J. Torres (MV Agusta Reparto Corse)
8) T. Razgatlioglu (Kawasaki Puccetti Racing)
9) M. Rinaldi (Aruba.it Racing – Junior Team)
10) A. Lowes (Pata Yamaha Official WorldSBK Team)
11) L. Mercado (Orelac Racing VerdNatura)
12) Y. Hernandez (Team Pedercini Racing)
13) J. Gagne (Red Bull Honda World Superbike Team)
14) R. Ramos (Team GoEleven Kawasaki)
RT) P. Jacobsen (TripleM Honda World Superbike Team)
RT) L. Savadori (Milwaukee Aprilia)
RT) J. Smrz (Guandalini Racing)
RT) L. Camier (Red Bull Honda World Superbike Team)
RT) E. Laverty (Milwaukee Aprilia)
RT) X. Forés (Barni Racing Team)

Le soluzioni Pirelli scelte dai piloti per WorldSBK Gara 1:

In Gara 1 la scelta della soluzione da utilizzare al posteriore è stata unanime: tutti i piloti hanno infatti optato per la soluzione SC0 di sviluppo X0175 (opzione B) in misura maggiorata introdotta da Pirelli per la prima volta nella gara di Brno e sùbito molto apprezzata dai piloti.
All’anteriore le preferenze dei piloti si sono più o meno equamente suddivise tra la SC1 di sviluppo X0417 (opzione B), portata per la prima volta in assoluto da Pirelli proprio in occasione dello scorso round di Misano e la più conosciuta V0952 (opzione A), quest’ultima utilizzata tra l’altro dai piloti Kawasaki Jonathan Rea e Tom Sykes e da quelli Yamaha Alex Lowes e Michael Van Der Mark.

Pneumatici selezionati in griglia di Gara 1 WorldSBK

Le statistiche Pirelli per WorldSBK Gara 1:

• Vincitore del PIRELLI BEST LAP AWARD: Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK),in 1’42.304 al 3° giro

• Soluzione anteriore più utilizzata: SC1 di sviluppo X0417 (12 su 20 piloti)

• Soluzione posteriore più utilizzata: SC0 di sviluppo X0175 (20 su 20 piloti)

• Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Superbike in gara: 311,4 km/h, realizzata da Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) al 17° e 18° giro

• Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe Superbike: 6 anteriori e 9 posteriori
 
• Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota Superbike: 85, 42 anteriori + 43 posteriori

• Temperatura aria: 29° C
 
• Temperatura asfalto: 42° C

Mada-Smart-Mpu

Iscriviti alla Newsletter

Se desideri restare sempre aggiornato su tutte le news, iscriviti alla nostra newsletter.