NOKIAN: I DATI FINANZIARI 2014 PAGANO IL CROLLO VENDITE IN RUSSIA

19 Marzo 2015

Come consuetudine Nokian Tyres ha rivelato i suoi risultati finanziari. Ad una prima analisi nel 2014 la casa finlandese non può sorridere più di tanto. -8.7% per esempio è il dato delle vendite nette. Un calo che ha portato il computo totale a 1.38 miliardi di € (nel 2013, invece, ammontava a 1.52 miliardi di €). Una spiegazione di questi dati può arrivare dalle variazioni dei tassi di valuta che ha fatto diminuire le vendite nette di quasi 100 milioni di € (99,9 milioni per la precisione). Altri cali sono stati registrati, per esempio, per quanto riguarda il profitto operativo (-19.9%) toccando i 308.7 milioni di € (una diminuzione sensibile rispetto ai 385.5 milioni registrati nel 2013). Un ulteriore calo del 3% è stato registrato nell’utile operativo che è dunque passato dal 25.3% del 2013 al 22.2% del 2014. Il primo aumento arriva parlando dell’utile di periodo che ha fatto segnare un interessante +13.4% incrementando la sua quota dai 183.7 milioni di € del 2013 fino a superare quota 200 milioni nel 2014 (esattamente 208.4 milioni di €). Ma non solo l’utile di periodo ha visto il segno più, anche l’utile per azione, infatti, ha visto un progresso del +12.9% passando da 1.39 € del 2013 al 1.56 € del 2014. un terzo aumento è stato quello del flusso di cassa che ha fatto passi da gigante, dai 325.6 milioni di € del 2013 ai 458.3 milioni di € del 2014.

Andando ad analizzare i dati di Nokian Tyres a livello geografico si può notare che:

  • Nei paesi Scandinavi le vendite hanno segnato un +1.2% risultando il 40% del totale (nel 2013 erano il 36%)
  • In Russia le vendite sono crollate del 30%
  • Sommando Russia e paesi CIS le vendite sono crollate del 33% risultando il 34% delle vendite del gruppo.
  • Negli altri paesi le vendite sono scese del 2%, ma la rappresentatività è passata dal 22.4% al 24.4%.
  • Nel Nord America le vendite sono cresciute del 16.8% risultando il 9% del totale (nel 2013 erano solo il 7%).

 

Andando ad analizzare i dati, segmento per segmento:

  • Le vendite di pneumatici hanno fatto registrare un -11.8% toccando il 68.4% delle vendite totali (mentre un anno prima si assestavano sul 71%).
  • Le vendite di pneumatici per veicoli pesanti hanno registrato un -0.4% (il 10.2% del totale, rispetto al 9.4% del 2013)

 

Ari Lehtoranta, Presidente e CEO di Nokian, ha commenato così i dati del 2014: “Il drastico calo del prezzo del petrolio, combinato con l’ulteriore indebolimento delle monete e delle economie della Russia e dei paesi CSI, hanno avuto un impatto negativo sulle nostre vendite e quindi sulla nostra performance finanziaria. I nostri team, tuttavia, sono stati in grado di rafforzare la nostra posizione in tutti i mercati e continuare a migliorare la nostra efficienza operativa. Questo, insieme alla riduzione dei costi delle materie prime superiore allo stimato, ci ha aiutato a produrre una buona performance finanziaria. Sono particolarmente felice per il forte flusso di cassa record. Le variazioni dei tassi di valuta, il cambiamento del mix di prodotti e la pressione dei prezzi ha provocato un calo del profitto operativo del 3.1%. Grazie al costo delle materie prime, alla migliorata produttività e alle spedizioni più attente, la nostra redditività è rimasta su un buon livello EBIT del 22%. La nostra rete di distribuzione continua a crescere: il numero attuale di negozi Vianor è 1.355 e la rete NAD è già cresciuta a 869 negozi. Inoltre, abbiamo lanciato un nuovo modello di partnership in Russia, chiamato N-Tyre, che ha già raccolto 53 aderenti, già operativi. La competitività del nostro portafoglio prodotti è in ottima forma e a dimostrarlo ci sono le vittorie in numerosi test di prodotto, non solo con i nostri pneumatici invernali, ma sempre più anche con gli estivi.”

Mada-Smart-Mpu

Iscriviti alla Newsletter

Se desideri restare sempre aggiornato su tutte le news, iscriviti alla nostra newsletter.