Marco Wittmann è il più giovane campione DTM, Pascal Wehrlein il più giovane vincitore di una gara del DTM.

29 Settembre 2014

I giovani talenti hanno ufficialmente messo le mani sul campionato DTM. Marco Wittmann, infatti, ha messo in mostra un colpo da maestro al Lausitzring che gli ha permesso di diventare il più giovane campione del DTM. Con il sesto posto ottenuto il suo vantaggio è infatti salito a 69 punti rendendo impossibile un ribaltone nelle ultime due tappe che mancano alla fine della stagione. Il pilota 24enne è quindi il più giovane detentore di questo titolo e, per confermare che i giovani talenti vanno per la maggiore, la vittoria del weekend è andata a Pascal Wehrlein su Mercedes che ha centrato il primo successo in carriera all’incredibile età di 19 anni. Tra le altre cose, Wehrlein, deteneva già il record della pole position “più giovane” e ora ha completato l’opera. Su un tracciato bagnato, almeno in parte, sono stati utilizzate il pneumatico da pioggia, le option e le slick di Hankook, che hanno garantito grande stabilità e aderenza. La gara – L’ottavo appuntamente del DTM ha preso il via all’ovale del Lausitzring (per intenderci quello che vide il terribile incidente di Alex Zanardi) ed ha visto protagoniste le gomme da piogga Hankook. Solo Edoardo Mortara (su Audi) ha tentato l’azzardo, utilizzando le gomme morbide option Ventus Race Plus che, tuttavia, non hanno pagato dividendi sul circuito inizialmente molto umido. Pascal Wehrlein (Mercedes-Benz) che già scattava dalla pole position, ha fatto una partenza molto pulita per confermare il primo posto che ha poi difeso senza intoppi fino alla bandiera a scacchi. Una volta che la pista si è asciugata Wehrlein è passato ai pneumatici option ultra-veloci di Hankook.

Dietro di lui si è classificato il suo collega di marchio Christian Vietoris che, grazie a questo piazzamento, ha potuto raggiungere il secondo posto in classifica generale, dietro Wittmann. A chiudere il podio ci ha pensato Timo Scheider, miglior portacolori dell’Audi. Il leader della classifica generale Marco Wittmann ha preso il via dalla settima posizione e ha cercato di guidare in maniera controllata, per evitare ogni rischio, ogni possibile incidente o problema. Ad inizio gara il suo rivale più diretto, Mattias Ekström (Audi), gli ha anche facilitato le cose, scivolando immediatamente dal secondo al sesto posto, per colpa di una escursione sulla ghiaia al secondo giro, rendendo ancor più difficile la sua, già ardua, rimonta verso il titolo. Wittmann, nonostante le difficoltà, la pioggia e tutto quello che può concernere una situazione simile, ha guidato in maniera fredda e calma, stupendo tutti e meritando il titolo.

I commenti del post-gara: Pascal Wehrlein (Mercedes-Benz): “Ho dovuto gestire sia le option che il pneumatico da bagnato perfettamente perché ho spinto subito per mettere un po ‘di spazio tra me e il resto del gruppo. A volte ero più di un secondo più veloce rispetto alla concorrenza. Con l’opzione di gomma ho poi portato a casa una vittoria sicura”. Timo Scheider (Audi): “Una corsa diverntete, in condizioni speciali. Abbiamo guidato su una superficie bagnata e quando la pista andava ad asciugare le gomme da bagnato hanno tenuto molto bene. Quando la pista era meno umida siamo passati alle gomme option, ma con grande attenzione a non esagerare altrimenti saremmo andati fuori. Ma è andato tutto bene”.

Marco Wittmann (BMW): “E ‘stato un grande giorno. In condizioni così difficili, era semplice commettere errori e perdere posizioni durante i duelli. Quando ho tagliato il traguardo e i miei genitori mi hanno abbracciato è stato tutto molto emozionante. Le gomme da bagnato di Hankook ci hanno garantito un sacco di grip sulla pista che man mano si asciugava. Dopo aver cambiato il pneumatico option il mio ritmo è diventato molto buono”.

Curiosità: Il pit stop più veloce è stato ottenuto dalla Audi Sport Team Phoenix in 31,924 secondi. Come sempre la ricompensa per l’equipaggio vincitore ammonta a tre casse di birra nel weekend successivo. In questo caso Zandvoort. Inoltre, da Hankook vengono assegnati 25 punti per la classifica generale del premio Best Pit Stop. A fine stagione, il partner esclusivo di pneumatici del DTM, premia la squadra con il maggior numero di punti con un trofeo e un sontuoso barbecue per tutto il team.

Mada-Smart-Mpu

Iscriviti alla Newsletter

Se desideri restare sempre aggiornato su tutte le news, iscriviti alla nostra newsletter.