F1: in Spagna evidenti difficoltà per le gomme sulla Ferrari. Vince Hamilton, Vettel solo 4°.

14 Maggio 2018

Lewis Hamilton su Mercedes trionfa al Gran Premio di Spagna con un solo pit stop da Soft a Medium e meteo molto variabile

Strategia alternativa a due soste per Sebastian Vettel. Uno o due pit stop scelti durante il gran premio

Martedì e Mercoledì i primi test in-season della stagione con McLaren e Force India impegnate anche nei test di sviluppo 2019

La maggior parte dei piloti, compresi i primi tre, ha effettuato un solo pit stop da soft a medium nel Gran Premio di Spagna più veloce di sempre, mentre alcuni hanno invece optato per una strategia su due o tre soste. Il meteo variabile, con sole, vento e alcune gocce di pioggia durante la gara, ha reso ancora più difficile valutare le condizioni della pista, che presentava livelli di aderenza variabili.

Le temperature a fine gara erano di 17° ambiente e 26° asfalto. Il nuovo asfalto ha reso la pista notevolmente più veloce: tutti i piloti di testa hanno registrato tempi sul giro inferiori fino a quattro secondi rispetto al 2017, compreso il nuovo record in gara in 1m18.441s. Quasi tutti i piloti hanno usato pneumatici soft in partenza: l’ingresso della safety car al giro 1 ha aiutato a ridurre i livelli di usura e degrado delle gomme.

Mario Isola Responsabile car racing

“Abbiamo visto diversi ragionamenti da parte dei Team principali sulla strategia a una o due soste, con le condizioni del tracciato che sono state estremamente difficili da interpretare sin da inizio weekend e dopo la pioggia di stanotte. Il periodo di safety car a inizio gara ha influenzato la strategia, riducendo i livelli di usura e degrado in una fase cruciale. Dal punto di vista dei pneumatici non ci sono stati problemi e non si è verificato il blistering. Diversi piloti hanno registrato giri veloci con pneumatici medium usati, compreso il nuovo record della pista in gara. Nel complesso, il ritmo è stato molto ravvicinato. Martedì e mercoledì ci sarà la prima sessione di test in-season, con McLaren e Force India impegnate con una seconda monoposto nei nostri test di sviluppo in ottica 2019”.

Vettel al dopo Gp: “Le nostre Gomme non duravano come per gli altri”

Quarto al traguardo in Spagna, il pilota della Ferrari spiega così la scelta del team di fermarsi una volta in più, opzione che ha fatto perdere al pilota tedesco due posizioni. “Avevamo problemi di bilanciamento”. E sulla Mercedes: “Semplicemente, non avevamo il loro passo”

“Le nostre gomme non duravano come gli altri e non potevamo fare la loro stessa strategia, abbiamo perso due posizioni e anche tempo al pit”. Sebastian Vettel spiega così la scelta del team Ferrari di fermarsi una volta in più, opzione che ha fatto perdere al pilota tedesco due posizioni. “Avevamo problemi di bilanciamento – ammette Vettel – abbiamo faticato con le gomme. Forse il cambiamento ha avuto un impatto negativo su di noi maggiore rispetto agli altri. Semplicemente non avevamo il passo delle Mercedes. Hamilton era più veloce e qualcosa ci mancava. Dobbiamo migliorare”.

La previsione Pirelli:

Lewis Hamilton ha vinto con una strategia a una sosta, passando da soft a medium al giro 26. Identica strategia per il compagno di squadra Valtteri Bottas che ha effettuato il pit stop al giro 20.

Mada-Smart-Mpu

Iscriviti alla Newsletter

Se desideri restare sempre aggiornato su tutte le news, iscriviti alla nostra newsletter.