Gli USA posticipano la decisione sui dazi agli pneumatici cinesi

9 Ottobre 2014

Lo US Department of Commerce International Trade Administration ha posticipato la sua decisione preliminare sull’indagine riguardo i dazi antidumping nei confronti degli pneumatici vettura e trasporto leggero.

Il nuovo termine per la decisione diventa quindi il 20 gennaio 2015 e non più, come in origine, il 1 Dicembre 2014, in base a un avviso pubblicato il 9 ottobre nel Registro Federale. “A causa della straordinaria complessità del caso e il numero di imprese che devono essere indagate delle quali oltre 80 partecipate, non è possibile completare la determinazione preliminare entro il termine attuale”, ha detto l’agenzia nel bando. La United Steelworkers (USW) ha emesso una petizione alla Commerce and the International Trade Commission (ITC) il 3 giugno in cerca di dazi compensativi e antidumping contro i produttori di pneumatici cinesi riguardo alle sezioni 701 e 731 della legge sul commercio. Il sindacato ha cercato di risolvere in un modo simile, ma non identico, ai tre anni di tariffe elevate nei confronti di produttori di pneumatici cinesi del settembre 2009 ai sensi della sezione 421 della legge commerciale. I dazi Compensativi e antidumping costituirebbero un miglioramento più duraturo nei confronti delle importazioni di pneumatici cinesi.

L’ITC ha stabilito il 15 agosto che ci fosse una ragionevole indicazione di un grave pregiudizio contro l’industria dei pneumatici degli Stati Uniti a causa delle importazioni cinesi.

La USW ha emesso una petizione al Dipartimento del Commercio il 12 settembre chiedendo una azione rapida sulla sua decisione dazio compensativo.

 

Mada-Smart-Mpu

Iscriviti alla Newsletter

Se desideri restare sempre aggiornato su tutte le news, iscriviti alla nostra newsletter.