Gara 1 SBK – Assen 2017

2 Maggio 2017

Ad Assen in Gara 1 del WorldSBK è doppietta Kawasaki con Rea-Sykes davanti alla Ducati di Melandri; ottime prestazioni per tutte le soluzioni portate da Pirelli

Il nordirlandese della casa di Akashi ottiene anche il nuovo record della pista in Superpole, sfortuna per Davies costretto al ritiro al penultimo giro dopo essere stato in testa per tutta la gara 

Il pilota del Kawasaki Racing Team, Jonathan Rea, si è aggiudicato Gara 1 del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike nello storico circuito olandese di Assen davanti al compagno di squadra Tom Sykes e all’italiano della Ducati Marco Melandri.
Il pilota nordirlandese ottiene così il suo sesto successo stagionale su un totale di sette gare disputate restando saldamente al comando della classifica generale di Campionato.

Fin dal venerdì Rea si dimostra sùbito molto competitivo realizzando anche nella mattinata di sabato, durante la Superpole, il nuovo record della pista in 1’33.505, salvo poi essere penalizzato dai commissari di gara e retrocesso in quarta posizione in griglia per aver ostacolato Chaz Davies nel corso del suo giro veloce.

Per quanto riguarda la scelta dei pneumatici per questa gara, decisiva è stata la temperatura dell’asfalto. Con temperature inferiori ai 20° gradi infatti, fino all’ultimo momento i piloti per il posteriore sono stati indecisi se scegliere la mescola morbida di gamma o, in alternativa, una delle due SC1 di sviluppo a loro disposizione. Alla fine alcuni piloti, tra cui Davies e Melandri, hanno optato per la morbida SC0, altri tra cui Rea e Sykes per la nuova SC1 di sviluppo ma, in entrambi i casi, i pneumatici scelti si sono tutti comportanti in modo egregio offrendo costanza di prestazioni ai piloti fino alla fine della corsa.

Ventuno i giri da percorrere in Gara 1, per un totale di 95,382 chilometri. Scatta bene Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati) dalla seconda posizione in griglia conquistando sùbito la testa della gara davanti a Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), che partiva dalla pole position, e a Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team), penalizzato dai commissari di gara dalla prima alla quarta posizione in griglia di partenza per aver ostacolato il giro veloce di Chaz Davies nel corso della Superpole . La corsa già al terzo giro perde uno dei suoi protagonisti, l’idolo di casa Michael Van Der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team), per una caduta. In seguito anche il compagno di squadra Alex Lowes sarà costretto al ritiro.

Il gallese della Ducati domina la gara fino al ventesimo e penultimo giro quando non riesce più ad arginare gli attacchi di Jonathan Rea, nel frattempo salito in seconda posizione. Il nordirlandese guadagna così la testa della corsa ma il britannico della Ducati gli resta ruota finché, proprio vicino a tagliare il traguardo per iniziare il giro finale, la sua Ducati ha un problema tecnico e lo sfortunato pilota è costretto al ritiro.
Jonathan Rea va così a vincere la sua sesta gara su un totale di sette disputate fino ad ora, alle sue spalle il compagno di squadra Tom Sykes e l’altro pilota Ducati, l’italiano Marco Melandri, terzo sul podio.

 

 

 

Mada-Smart-Mpu

Iscriviti alla Newsletter

Se desideri restare sempre aggiornato su tutte le news, iscriviti alla nostra newsletter.