Conclusa la seconda edizione di ‘PFU Zero nelle Isole Minori’

2 Luglio 2015

Si è conclusa a Ventotene la seconda edizione di ‘PFU Zero nelle Isole Minori’, nelle 5 isole coinvolte (La Maddalena, Lampedusa, Favignana, Procida e Ventotene), sono stati gestiti circa 1.500 Pneumatici Fuori Uso raccolti da EcoTyre con la collaborazione della divisione sub di Marevivo e grazie alla raccolta straordinaria, organizzata dai Comuni, presso le isole ecologiche. Alla tappa conclusiva, dopo i saluti di Giuseppe Assenso, Sindaco di Ventotene, sono intervenuti: Carmen di Penta, Direttore Generale Marevivo, Enrico Ambrogio, Presidente EcoTyre, Antonio Sogno, Comandante del Porto di Ponza, Antonio Romano, Direttore AMP Isola di Ventotene e Santo Stefano e Daniele Coraggio, Assessore all’Ambiente del Comune di Ventotene. I recuperi sono stati ridotti nel porto di Ventotene, un chiaro segnale del buon funzionamento del sistema di gestione degli Pneumatici giunti a fine vita e una testimonianza dell’ottimo risultato raggiunto con le campagne di sensibilizzazione destinate ai cittadini da parte di EcoTyre e di Marevivo. Gli PFU recuperati sono stati caricati su un mezzo EcoTyre e condotti presso gli impianti di trattamento, dove sono stati avviati al riciclo. ‘PFU Zero nelle Isole Minori’ in due anni ha coinvolto 15 isole (Ponza, La Maddalena, Ischia, Vulcano, Panarea, Salina, Stromboli, Lipari, Giglio, Tremiti, Capri, Lampedusa, Favignana, Procida e Ventotene) e rientra nel più ampio progetto ‘PFU Zero’ voluto da EcoTyre per far fronte ai depositi di PFU abbandonati. “Abbiamo portato a termine – commenta Enrico Ambrogio, Presidente di EcoTyreanche quest’anno la missione in collaborazione con Marevivo: recuperare PFU abbandonati in mare e a terra in 5 splendide isole italiane. Con nostra grande soddisfazione, gli PFU raccolti sono stati poco più di 1.500. Questo importante traguardo è stato raggiunto grazie alle campagne di sensibilizzazione messe in campo da EcoTyre volte a spiegare ai cittadini come funziona il nostro sistema. Un sistema efficiente di raccolta, capillare su tutto il territorio nazionale, composto da oltre 8 mila punti di raccolta, che prevede un servizio di ritiro degli PFU per i cittadini senza alcun costo al momento della consegna”.“E’ stata un’importante campagna che ha permesso di diffondere la conoscenza sul corretto riciclo dei rifiuti e in particolare dello pneumatico – sottolinea Carmen di Penta, Direttore Generale Marevivo -. La continuità dell’operazione, che ci ha visto sul territorio delle isole minori per due anni di fila, ha dato dei risultati molto soddisfacenti e ha visto una buona partecipazione dei cittadini tutti. Infatti i Comuni delle isole coinvolte hanno apprezzato il lavoro, collaborando attivamente; con alcune di esse come Lampedusa, che ha delle criticità maggiori a causa della distanza dalle coste e di alcuni depositi storici difficili da smaltire, abbiamo proposto con Ecotyre un accordo con il Comune per effettuare degli ulteriori ritiri gratuiti. Mi auguro che ci sia una terza edizione di tale progetto con EcoTyre sulle pochissime isole non ancora raggiunte in questi due anni.

Mada-Smart-Mpu

Iscriviti alla Newsletter

Se desideri restare sempre aggiornato su tutte le news, iscriviti alla nostra newsletter.