CAMPIONATO ITALIANO GRAN TURISMO: IN GARA 2 A IMOLA VINCONO CASÈ-GIAMMARIA (FERRARI 458 ITALIA)

13 Ottobre 2014

Il 6° appuntamento del Campionato Italiano Gran Turismo vede ancora una vittoria Ferrari, anche sul circuito di Imola, intitolato proprio a Enzo e Dino Ferrari. Sabato in gara-1, si è registrata la vittoria della 458 Italia che ha saputo riperersi di nuovo anche in gara-2 grazie all’equipaggio Casè-Giammaria della Scuderia Baldini 27. Al secondo posto si è classificata l’Audi R8 LMS della coppia Mapelli-Schoeffler, mentre al terzo posto sono arrivati Lucchini-Pier Guirdi della BMS.

Situazione di classifica: Grazie a questa vittoria, e dopo questo weekend di gare, la classifica del campionato GT3 diventa assolutamente equilibrata. Al primo posto, infatti, ci sono due coppie: Casè-Giammaria e Mapelli-Schoffler a braccetto a quota 111 punti e che quindi si contenderanno la corona di vincitori negli ultimi due appuntamenti in programma (a Monza il prossimo 26 ottobre).

-Gara2: Al via si presentava Bortolotti in pole position. Lo stesso pilota ha saputo sfruttare la sua prima posizione per scattare davanti a tutti e tenere la vetta, inseguito da un nutrito gruppo composto da Casè, Donativi, Lancieri, Schoeffler, Carboni e Mora, mentre Zonzini finiva fuori pista.

Nella GT Cup Iacone a prende il comando della classe davanti a Pastorelli e Trentin. -Giro numero 3: La curva Tosa pone fine al duello per l’ottava posizione tra Lucchini e Benucci . Il pilota dell’MP1 Corse, infatti, si girava proprio all’uscita di questa curva a gomito, venendo sfilato da diversi avversari. Nel frattempo nella GT Cup Passuti saliva in terza posizione dietro a Iacone e Pastorelli.

 

-Giro numero 6: Mora tenta di sopravanzare il tedesco Schoeffler, ma quest’ultimo riusciva a difendere con i dentri la sua quinta posizione,

 

-Giro numero 7: Donativi commette un grave errore, andando in testacoda alla variante bassa, terminando la sua domenica fuori pista. Il leader Bortolotti prosegue con il suo ottimo ritmo ampliando il suo vantaggio sul secondo in classifica Casè, mentre alle loro spalle Lancieri, Schoeffler e Mora sono in bagarre per la terza.

piazza. -Giro numero 13: momento decisivo della gara. Bortolotti è costretto a tornare ai box per colpa di un guaio alla gomma, che va a contatto con il paraurti. Il rientro ai box sembrava aver risolto i problemi ma, dopo quattro giri, arriva l’inevitabile ritiro quando il volante era già passato a Barri.

-Dopo tutti i cambi pilota, Giammaria, subentrato a Casè, prendeva la leadership della gara davanti a Mora, mentre Mapelli approfittava di un errore di Frassineti per superarlo in terza posizione. Nella GT Cup il comando lo prende Pastorelli davanti a Fornaroli.

Giammaria procede indisturbato in vetta mentre dietro di lui parte una gran battaglia per il podio tra Mora, Mapelli e altri. Soprattutto questi due mettono in scena un duello davvero senza esclusione di colpi del quale Frassineti prova ad approfittarne, inseguito anche da Guidi.

Nella GT Cup, invece, Pastorelli era costretto al ritiro per un problema tecnico lasciando il comando a Fornaroli. -Giro numero 27: Finalmente Mapelli riesce ad avere la meglio su Mora, che a sua volta respinge l’assalto di Frassineti. Che, suo malgrado, finisce in testacoda e vede sfilate Guidi.

 

-Arrivo: vittoria di Giammaria (la prima vittoria della stagione) precedendo Mapelli e Mora. Ma le sorprese non sono finite. Mora, infatti, veniva squalificato per scorrettezze durante la bagarre con Mapelli. Ne guadagnava Lucchini-Guidi davanti a Bianco-Pezzucchi. Quindi la classifica è completata da Bianco-Pezzucchi, Frassineti-Lancieri, Magli-Ferrara e Benucci-Balzan, penalizzati di 25 secondi per il contatto con Lucchini. Ottavi erano Galassi-Trentin che precedevano Valentino Fornaroli, primo della GT Cup, davanti a Tempesta-Iacone e Maino-Valori, che nell’ultimo giro avevano la meglio su Galbiati-Passuti

PIRELLI monogomma:

Nel campionato 2014 sono schierate ai nastri di partenza le seguenti macchine: Ferrari 458 GT3, Mercedes SLS AMG GT3, Lamborghini Gallardo GT3 , Porsche 911 GT3 R, Audi R8 LMS Ultra, BMW Z4 GT3, Nissan GT-R GT3 , tutte vetture da oltre 500 cavalli.

Vista la partecipazione al campionato di vetture sia a trazione posteriore che a trazione integrale, come Lamborghini, e vetture con motore anteriore e posteriore, le misure degli pneumatici sono differenziate non solo tra vetture ma anche tra asse anteriore e posteriore. Il calettamento varia da un minimo di 18 ad un massimo di 19 pollici come nel caso della Ferrari 458. Per la categoria GT 3 la misrua degli pneumatici anteriori varia da un minimo di 305/645 18 ad un massimo di 325/705 18 e la misura posterirore da un minimo di 325/705 18 ad un massimo 325/705 19. Nel GT Cup invece la misura degli pneuamtici anteriori varia da un minino di 265/645 18 ad un massimo di 285/645 18 e per i posteriori da un minimo di 305/660 18 ad un massimo di 325/705 18.

Le mescole utilizzate in tutte le categorie sono le slick DH (Dry Hard) e Rain WH (Wet Hard).

Il campionato prevede sette weekend di gara così suddivisi: Venerdì prove libere (45 minuti al mattino e 45 al pomeriggio); il Sabato mattina le qualifiche (due sessioni da 25’) e il pomeriggio Gara 1 (48 minuti + 1 giro); Domenica Gara 2 (48 minuti + 1 giro).

 

Mada-Smart-Mpu

Iscriviti alla Newsletter

Se desideri restare sempre aggiornato su tutte le news, iscriviti alla nostra newsletter.