HANNIBAL TOUR 2014.

10 Dicembre 2014

Come novelli Annibale. Di chi stiamo parlando? Dei tre vincitori del concorso di Bridgestone e AutoBuild, una delle più autorevoli riviste tedesche di auto, che sono stati invitati a fine ottobre a partecipare ad un viaggio da Monaco a Roma a bordo delle nuove vetture sportive (delle quali Bridgestone è fornitore esclusivo) BMW i3 elettrica e BMW i8 ibrida: l’HANNIBAL TOUR 2014.

vdfder

                 

La partenza di questo viaggio, durato quattro giorni, e che non si è ovviamente effettuato sfruttando gli elefanti come fece il vero Annibale, è stata data presso il BMW Welt a Monaco di Baviera. Una partenza che, per i fortunati vincitori tedeschi Claudia Wohl di Stemwede, Oliver Widmann di Freudenstadt e Christian Lorenz di Laudenbach, è stata anche un esordio assoluto, dato che non avevano mai guidato un’auto elettrica in vita loro.

Come s’è snodato l’HANNIBAL TOUR 2014?

 

  • La prima tappa del tour consisteva nel raggiungere Zell am See, a circa 170 km da Monaco. “All’inizio la tua attenzione è fissa sul display per controllare l’autonomia del veicolo. Ma ti abitui quasi subito e non ci fai più caso”, riferisce il test driver Christian Lorenz al termine del primo giorno.

 

  • La seconda tappa, ben più lunga (325 km) proponeva il valicamento delle Alpi, fino a Mira, vicino a Venezia. I tornanti e le curve della Grossglockner High Alpine Road hanno fornito una fantastica opportunità per testare il controllo delle auto elettriche in condizioni climatiche invernali. Per assicurare la corretta tenuta su strade innevate o bagnate, la BMW i3 era equipaggiata con pneumatici Blizzak LM-500 e la BMW i8 con i Blizzak LM-32.
  • Il terzo giorno è stato ancora più lungo con i suoi 600 km. Partiti da Mira con le batterie completamente ricaricate la truppa si è diretta in direzione Firenze per circa 260 km, quindi, dopo una pausa, altri 340 km, verso Rocca di Papa, un pittoresco centro a sud-est di Roma.
  • Il quarto giorno ha presentato una sfida particolare, e non certo semplice per i piloti: il traffico caotico di Roma. Difficile, certo, ma anche ideale per un auto elettrica. Programma completato fino alla destinazione finale dell’ Hannibal Tour: il Colosseo.

La conclusione del tour è stata la visita al Bridgestone European Proving Ground di Aprilia. Lì, diversi percorsi di prova, hanno offerto ai piloti l’opportunità di sperimentare in prima persona la differenza tra pneumatici estivi e invernali. Bridgestone per la BMW i3 ha pensato un pneumatico speciale con Ologic Technology, caratterizzato da un diametro maggiore e un battistrada più stretto, caratteristiche che consentono di ridurre significativamente la deformazione del pneumatico e di risparmiare l’energia altrimenti persa attraverso l’attrito interno, aiutando a ridurre la resistenza al rotolamento e mantenendo allo stesso tempo livelli di sicurezza al pari dei pneumatici standard.

Il risultato di questa innovativa tecnologia è Ecopia EP500, pneumatico estivo con ottima aerodinamica e resistenza al rotolamento, che fornisce allo stesso tempo una tenuta eccezionale sul bagnato. Per la BMW i8, Bridgestone ha sviluppato Potenza S001, pneumatico estivo che offre i più alti livelli di efficienza e dinamica di guida. Bridgestone, produttore di pneumatici e prodotti in gomma numero uno al mondo, è in primo equipaggiamento esclusivo su entrambi i veicoli.

Dopo aver viaggiato sui 4 km dell’ovale ad alta velocità sul sedile del passeggero della BMW i8, guidata dall’ex-pilota di F1 e attuale test driver di Bridgestone Stefano Modena, tutti tre i tester hanno commentato: ”Viaggiare a 180 km/h in curva è stato emozionante. Sterzare in diagonale con l’auto a quella velocità è assoluta follia e mi ha fatto venire la pelle d’oca”.

Mada-Smart-Mpu

Iscriviti alla Newsletter

Se desideri restare sempre aggiornato su tutte le news, iscriviti alla nostra newsletter.